Spedizione e reso gratuti
Swipe to the left

Prima volta in aereo con i bambini: 5 consigli essenziali.

04/07/2019

La prima volta in aereo

Viaggiare con i vostri figli è un ottimo modo per passare del tempo con loro svolgendo delle attività diverse dal solito. Portarli all’esplorazione di luoghi diversi dalla solita routine si dimostrerà essenziale per lo sviluppo della loro fantasia e curiosità.
Se è la prima volta per il vostro bambino in aereo, preparatevi: non sarà sicuramente una passeggiata, ma vivere quest’esperienza con loro poi potrebbe ripagare tutta la fatica fatta.

Vi starete facendo centinaia di domande su tutta l’organizzazione da fare e come affrontare al meglio il vostro viaggio, ed ecco che veniamo in vostro soccorso.

 

5 consigli essenziali per il suo primo viaggio in aereo.

  1. Prima regola: Keep calm!
    Il primo consiglio che vogliamo darvi, da considerarsi però come una regola è: prendetevi i vostri tempi.
    Organizzarsi per tempo e avere già tutto il programma pronto si dimostrerà la scelta più valida. Il giorno in cui dovrete affrontare la partenza non avrete altro a cui pensare che eseguire ciò che vi siete segnati.
    Un ulteriore consiglio è di arrivare in aeroporto con largo anticipo per avere tempo di far ambientare il vostro piccolo e di prepararvi in caso di contrattempi e intoppi.
  2. Con quale compagnia volare?
    Scegliere la compagnia aerea giusta è essenziale. Optare per le low-cost potrebbe rivelarsi la scelta meno conveniente in termini di comodità.Meglio risparmiare sul volo e ottenere meno comfort oppure scegliere di spendere qualcosa in più per stare più larghi e ottenere maggiori servizi all’interno dell’aereo?
    La scelta più indicata è quella di viaggiare, finché possibile, con voli di linea che forniscono un maggiore e migliore servizio a bordo. Ricordate che fino ai due anni di età il bimbo non paga il posto in aereo ma avrà una cintura di sicurezza che dovrete allacciare alla vostra. 
  3. Carrozzina, passeggino o marsupio?
    Quale trasportino posso portare? La soluzione dipende soprattutto da dove dovete andare.
    Se la vostra destinazione è una meta che vi porterà a girare in città e quindi su strade asfaltate, il passeggino è ciò che potrebbe fare al caso vostro. Leggero e versatile è anche più semplice da trasportare in aereo fino all’imbarco.
    Se invece dovete intraprendere un viaggio più avventuroso vi servirà un passeggino sportivo. Creati ad hoc per affrontare le situazioni più difficili che sia in grado di affrontare terreni sconnessi e condizioni climatiche differenti.
  4. E le pappe?
    Attenzione all’aereo perché bisogna rispettare le quantità di liquidi stabilita: non è possibile superare i 100 ml.
    Se c’è la necessità di preparare le bevande con l’acqua una volta in aereo potrete acquistarla dopo aver passato i controlli, sennò potreste chiedere agli assistenti di volo di aiutarvi nella preparazione.
    Se affronterete un volo di lunga durata, richiedete il menu bambini al momento della prenotazione del volo.
  5. Non esagerare con i bagagli
    Vestiti, cambi e ricambi… tutti vorrebbero portarsi dietro l’armadio di casa, ma potrebbe non risultare l’idea più conveniente, soprattutto se avete un numero limitato di valigie.
    Pensate bene alle vostre scelte e selezionate con cura. Un consiglio è quello di portarvi meno vestiti e lavare le cose quando siete in viaggio.

 

Preparate vostro figlio a ciò che dovrà affrontare e trasmettetegli sempre molta positività. Ricordate che il bambino è felice se i genitori sono felici.

Scopri la collezione