CONSEGNA E RESO GRATUITI
Swipe to the left

La situazione attuale a misura di bambino: 10 consigli pratici.

27/03/2020

10 consigli Covid-19 per i più piccoli

La situazione che stiamo vivendo in queste settimane è un’emergenza che coinvolge tutti, dagli adulti ai bambini. Eh sì, perché anche i più piccoli si sentono spaesati, confusi, a volte impauriti e straniti da questo cambio improvviso di abitudini quotidiane.

La mamma e il papà sono di nuovo a casa tutto il giorno, l’asilo e il nido sono chiusi, non posso vedere i nonni o gli amichetti, sono sempre in casa e non si va più al parco. Perché?

Anche se i bimbi sono piccoli, l’emergenza globalizzata che sta mutando il nostro stile di vita può di riflesso condizionare anche loro, che vanno tutelati sia dal punto di vista della salute e della prevenzione, ma anche dalle conseguenze più comportamentali e psicologiche che questa situazione comporterà.

Ecco allora 10 consigli da mettere in pratica per aiutare il vostro bambino a capirci qualcosa di più sul Coronavirus e a prevenirlo con poche, semplici regole.

La situazione attuale a misura di bambino: 10 consigli pratici

 

  1. Mamma cos’è il Coronavirus? Anche i bambini hanno bisogno di capire cosa sta accadendo intorno a loro. Cerca quindi di raccontare a tuo figlio la situazione attuale, avendo un atteggiamento positivo: fallo con una storia o con dei disegni, oppure affidati a dei video online che raccontano l’argomento ai più piccoli.

  2. Giochiamo a lavarci le mani. Il consiglio più importante per grandi e piccini è quello di lavarsi spesso le mani per almeno 20 secondi. Ma come convincere i più piccoli a seguire questa regola?Fate diventare il lavaggio delle mani un’occasione di gioco: insegnategli per esempio che ogni volta che si lava le mani, deve cantare 2 volte “Tanti auguri a te”

  3. Come si tossisce o si starnutisce? Insegna al tuo bambino a starnutire nell’incavo del gomito e non sulla mano. Come? Ad esempio potreste dirgli che è un nuovo passo di danza!

  4. Solo fazzoletti di carta. Il nasino si soffia solo su fazzoletti di carta monouso, che però non vanno tenuti nelle tasche o sparsi per casa. Una volta usati, vanno dritti nel cestino!

  5. L’importanza del sole. Cerca di esporre i tuoi bimbi al sole, facendoli giocare in terrazzo o in giardino o lasciando entrare in casa più luce possibile ed areando spesso le stanze. È importante che i più piccoli assorbano la vitamina D anche in una situazione come questa, in cui si è costretti a restare a casa.

  6. Giochi e ciuccio sempre sanificati. I più piccoli esplorano il mondo con la loro bocca. Non puoi impedire questo gesto, ma ricorda sempre di igienizzare più volte tutti gli oggetti che il piccolo potrebbe portarsi alla bocca.

  7. Una palestra in casa. Proprio ora che il tuo piccolo sta imparando a muovere i suoi primi passi, cerca di incentivare il suo movimento e usa la casa come una “palestra” per allenare le sue abilità motorie.

  8. Quando rivedrò amici, nonni, cuginetti…? Il piccolo va rassicurato in questa situazione. Spiega a tuo figlio che adesso anche gli altri sono tutti a casa con mamma e papà, ma che presto potrà tornare a giocare con loro. Se avete la possibilità e il bimbo è un po’ più grandicello, organizzate delle video chiamate in compagnia.

  9. In casa meglio scalzi. Se avete un giardino e fate giocare il bimbo all’aperto, ricordatevi di fargli sempre togliere le scarpine al rientro in casa e di igienizzare le suole, lasciando le scarpe all’aria per un po’.

  10. Tenete la mente allenata. Anche se il bimbo è a casa dal nido, non deve perdere le competenze acquisite. Cercate di tenere sempre attiva la sua mente, facendogli fare disegni o semplici attività che aveva già imparato con le maestre.

E voi mamme e papà, che strategie state adottando per prendervi ancora più cura dei vostri piccoli?

NOVITÀ SCARPE