Spedizione e reso gratuti
BAG (0)
Place your promotion here

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Non hai articoli da confrontare.

Cerca
Swipe to the left

Journal

SCEGLIERE IL NOME DEL PROPRIO BAMBINO: COME CAPIRE QUELLO GIUSTO?

Emma, Greta, Leonardo, Luigi. I nomi da dare ad un bambino sono infiniti e regna l’indecisione quando arriva l’atteso momento della scelta del nome. Nella mente cominciano a susseguirsi ricordi, nomi, suggestioni e persone che vorremmo assomigliassero al piccolo e che vorremmo ricordare attraverso un nome. Come scegliere il nome perfetto per il proprio bambino?

LA LETTERINA A BABBO NATALE: ECCO COME VIVERE QUESTO MOMENTO IN FAMIGLIA E COME RENDERLA UN’OCCASIONE PER IMPARARE

Nulla è paragonabile al magico momento del Natale che coinvolge adulti e bambini già dai primi giorni di dicembre quando i negozi si trasformano in meravigliosi villaggi natalizi abitati da elfi, renne e montagne di neve. L’euforia contagia tutti facendoli diventare all’improvviso più buoni e desiderosi di godersi indimenticabili attimi con la propria famiglia. Ad inizio dicembre, oltre alla preparazione dell’albero e del presepe, arriva anche il tanto atteso momento della letterina a Babbo Natale, da vivere come occasione per trasmettere dei valori al proprio bambino fin dalla più tenera età. Ora la domanda sorge spontanea: cosa è possibile insegnare attraverso la letterina di Babbo Natale? Le risposte sono due: il concetto di scelta e di attesa.

LA PRIMA NOTTE A CASA: ECCO COME RENDERE UNICO E SPECIALE QUESTO MOMENTO

Nove lunghi mesi sono appena passati e, dopo il parto, quasi si fatica a rendersi conto che il proprio piccolo finalmente è davanti ai propri occhi. Un concentrato di amore e gioia racchiusi in un corpicino minuscolo che si ha quasi paura di toccare anche solo per una carezza. Il bambino è lì davanti e, dopo i primi momenti di frenesia, già non si vede l’ora di tenerlo tra le proprie braccia a casa, nella cameretta che da mesi lo attende. In quel momento cominciano a susseguirsi pensieri, dubbi e domande come ad esempio se a casa starà bene, se si è pronti per accudirlo da soli e come si farà ad essere sicuri di dargli tutto ciò di cui ha bisogno. Non servono libretti delle istruzioni o vademecum. Basta fare un respiro profondo e seguire il proprio istinto che, tra l’altro, ha quasi sempre ragione.

BAMBINI E ANIMALI DOMESTICI: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULLA CONVIVENZA

Gli animali domestici sono dei dolci e simpatici coinquilini capaci di portare amore e gioia nella vita di tutti i giorni. Sono fedeli e sanno essere di supporto in qualsiasi momento, che si tratti di festeggiamenti o di una delusione inaspettata. Spesso sono talmente al centro delle vite delle persone che quando si scopre di aspettare un bambino non si sa come comportarsi. Le domande che sorgono sono numerose, come ad esempio se l’amico a quattro zampe accetterà il piccolo, se andranno d’accordo o se potrebbe diventare potenzialmente aggressivo. Queste stesse domande ce le si pone anche quando il proprio bambino chiede, con un pizzico di furbizia e occhi dolci e languidi, un animaletto domestico con cui trascorrere il tempo. È finalmente arrivato il momento di rispondere a tutte queste domande e capire come gestire al meglio la convivenza tra un bambino e un animale domestico.

LA STRADA VERSO LA CONQUISTA DEL VASINO: ECCO LE 3C PER SALUTARE IL PANNOLINO

Prendersi cura di un bambino è una scoperta continua. Soprattutto i primi mesi, ogni progresso è riconoscibile a vista d’occhio e, con il tempo, si impara che una delle soddisfazioni più grandi è quella di accompagnare il proprio piccolo in ogni suo passo. Assieme all’abbandono del ciuccio, alle prime parole e ai primi passi, uno dei momenti più importanti è quando il bambino lascia definitivamente il pannolino. Come accompagnarlo in questo percorso nel modo corretto? Il segreto è seguire le 3 C: comprensione, calma e costanza.

LA GRAVIDANZA COME VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL PROPRIO BAMBINO: ECCO COSA ASPETTARSI QUANDO SI ASPETTA

La gravidanza per una donna è un’esperienza magica: il proprio corpo si fonde con quello del bambino e in grembo si percepisce giorno dopo giorno la crescita di una nuova vita. L’organismo lavora all’unisono coordinando ogni parte del corpo al fine di rendere il ventre della madre un posto accogliente per far crescere il nuovo piccolo ospite. Ogni cambiamento viene vissuto appieno e non si può fare a meno di attendere con impazienza di scoprire il prossimo cambiamento in attesa di poter, finalmente, tenere tra le braccia il proprio bambino.

L’ARRIVO DI UN BAMBINO: COME SPIEGARE AI FRATELLI CHE LA FAMIGLIA SI ALLARGA

L’arrivo di un bambino in casa è sempre una notizia che porta con sé gioia ed entusiasmo. Le cose da fare per prepararsi sono davvero tante e non si vede l’ora di comunicare la notizia a tutti, soprattutto al fratellino o alla sorellina che presto si troverà ad accogliere una persona in più in famiglia. Questo è un momento molto delicato che, in quanto tale, va gestito con alcune accortezze: come dire al proprio bambino che è in arrivo un fratellino?

LA PRIMA GIORNATA ALL’ASILO NIDO: COME CURARE OGNI DETTAGLIO

Ci sono prime volte che non si dimenticano mai e che rimangono impresse nella memoria tutta la vita. Una di queste esperienze è il primo giorno all’asilo nido. Le emozioni nei genitori sono altalenanti e passano da momenti di entusiasmo per l’inizio di una nuova avventura ad altri di sana preoccupazione dovuta al fatto di lasciare il proprio bambino per la prima volta in un ambiente che non conosce. Queste sono tutte sensazioni normali che è giusto vivere e imparare a gestire perché da ciò dipende la buona riuscita di un primo giorno così importante. Come iniziare? Facendo un bel respiro e seguendo alcuni semplici consigli!

I SOGNI COME INDICATORE DI BENESSERE: QUALI ELEMENTI AIUTANO AD INTERPRETARLI

Quante volte ci si sveglia alla mattina con un sogno ancora fresco nella mente e con entusiasmo si corre a raccontarlo a qualcuno chiedendone il significato? Spesso ci si ritrova a confrontarsi con parenti o amici che conoscono tutte le simbologie dei sogni arrivando così a scoprire dettagli e sentimenti che non ci si aspettava di provare o di avere ancora nella propria testa.

IL MOMENTO DELLA FIABA: UN MODO PER STIMOLARE LA CREATIVITÀ E INSEGNARE I VALORI

Tutte le storie migliori cominciano con “C’era una volta”, alcune però non prendono ispirazione da regni fantastici ma da eventi quotidiani. Fin da quando i bambini sono ancora in pancia si parla con loro, gli si racconta com’è andata la giornata e come non si veda l’ora di vederli e stringerli per la prima volta tra le braccia.

NUOVI IMPEGNI E ABITUDINI: COME CONIUGARE I BISOGNI DELLA MAMMA E DEL PROPRIO BAMBINO

Essere madri è una delle gioie più grandi che la vita può riservare. È uno di quei momenti che cambia le prospettive future di una persona andando ad aggiungere un pezzettino alla propria famiglia. La visione d’insieme muta e si comincia a provare un amore talmente forte che spesso prevale su quello per se stesse. Capita, infatti, che le madri si dimentichino dei propri bisogni focalizzandosi su quelli del figlio.

LA PRIMA VOLTA AL RISTORANTE: COME COMPORTARSI?

Crescere è una scoperta continua. Ogni giorno i bambini imparano cose nuove, scoprono odori, gusti, sapori e colori. Uno dei momenti più importanti però è il contatto con la società. Nei primi mesi di vita loro sono abituati a stare a casa con genitori, parenti e amici o ad andare a giocare in spiaggia o al parco ma questi sono tutti luoghi dove il piccolo può essere libero ed esprimersi con serenità. Con il passare dei mesi arrivano le prime esperienze in luoghi più formali nei quali il bambino deve capire come comportarsi e rispettare le regole che il luogo impone. Uno di questi posti è il ristorante: come affrontare, quindi, il primo pasto fuori?

COME FAR ADDORMENTARE IL PROPRIO BAMBINO: ALCUNI SUGGERIMENTI PER ACCOMPAGNARLO NEL MONDO DEI SOGNI

Quando una mamma incontra per la prima volta lo sguardo del proprio figlio si crea una complicità immediata e inspiegabile. Quello stesso legame che prima esisteva dentro la pancia, dopo il parto si trasforma, si evolve, facendo sentire entrambi nel posto giusto al momento giusto. Il piccolo tra le braccia della madre si sente al sicuro e protetto ma quando questo contatto viene a mancare le sue certezze crollano.

I 5 SENSI: QUANDO E COME SI SVILUPPANO NEI BAMBINI

I sensi sono il mezzo attraverso il quale le persone esplorano il mondo e questo vale anche per i bambini. Grazie a loro, infatti, scoprono gli oggetti, le persone e gli spazi di casa. Per alimentare la loro curiosità si può utilizzare il gioco che è il miglior metodo di apprendimento. Per capire come aiutare i propri bambini e qualità attività fare, però, è fondamentale capire quando si potenziano e come vengono utilizzati.

I BAMBINI E IL GIARDINAGGIO: 5 COSE DA IMPARARE

L’arrivo della primavera e delle belle giornate porta con sé la voglia di uscire e godersi i caldi raggi del sole e l’aria fresca. Soprattutto le prime volte vi è un grande entusiasmo ma andando avanti con il tempo i bambini, e anche i genitori, cominciano ad esaurire le idee e arriva la classica frase: “Cosa posso fare? Mi sto annoiando”. Questo è il momento perfetto per provare con il giardinaggio.

LA PRIMA PASQUA: COME FARGLI SCOPRIRE QUESTA FESTIVITÀ

La prima festività di un bambino è un momento speciale poiché si iniziano a costruire le prime tradizioni e i primi lavoretti che verranno conservati gelosamente da mamma e papà. Ovviamente la Pasqua non è esclusa e quindi bisogna cominciare a prepararsi per rendere indimenticabile la Pasqua del proprio bambino.

IL BAGNETTO: UN MOMENTO MAMMA E FIGLIO

I BAMBINI HANNO DEGLI AMICI “MAGICI”: GLI OGGETTI DI TRANSIZIONE

IL PRIMO CIUCCIO: COME SCEGLIERE QUELLO GIUSTO?

COME DIVERTIRSI NELLE GIORNATE A CASA? ECCO DIECI ATTIVITÀ CASALINGHE

Il primo Inverno: come essere sicuri che il bambino viva l’inverno senza avere freddo

Il primo inverno è un momento indimenticabile per i bambini. Gli alberi cominciano a perdere le loro foglie fino a rimanere spogli, i marciapiedi la mattina sono brinati e le giornate si accorciano. I bambini più fortunati potranno vedere anche la loro prima neve e magari prendere in mano una piccola palla di neve per scoprire come si scioglie velocemente.

Dolci e bambini: come evitare mal di pancia e drammi

Una delle domande più frequenti da parte dei bambini è: “Posso una caramella?”. Questo momento è sempre caratterizzato, se la risposta non è affermativa, da pianti, strilli e capricci. Se invece si cede agli occhi dolcissimi dei propri figli, finirete a coccolarli a letto mentre si lamentano del loro mal di pancia.

Come insegnare ai bambini a dare il giusto valore ai regali che si ricevono

Si avvicina quel momento dell’anno in cui tutto assume un’aura di magia e per i bambini la parola d’ordine è regali. Arriva la prima letterina dove in modo minuzioso si cominciano ad elencare i regali che si vorrebbero riceve e da lì l’impazienza al tanto atteso giorno di Natale per poter scartare la tanto desiderata macchinina e bambolina vista insieme al supermercato. Ovviamente è un momento molto importante per i bambini e le famiglie per costruire dei ricordi indelebili, ma un ruolo fondamentale lo hanno i genitori.

Comprare le decorazioni natalizie? No grazie: 5 idee per rendere i bambini artefici del proprio Natale

Le feste natalizie sono uno dei momenti più attesi dell’anno, durante il quale potersi dedicare alla famiglia e agli affetti. Ovviamente per i più piccoli è un po’ diverso. Per loro il Natale significa albero e regali. L’attesa è lunghissima e i bambini già quando cominciano a vedere i primi addobbi in giro per la città non vedono l’ora di arredare casa. Se per le decorazioni è ancora presto ma l’impazienza è tanta, perché non far creare proprio a loro gli oggetti da esporre in casa? Ecco cinque semplici idee per rendere i bambini artefici del proprio Natale:

DIVERTIAMOCI ANCHE CON LA PIOGGIA.

Chi ha detto che con la pioggia ci si debba solo annoiare? Ecco le attività che si possono fare quando il tempo non è d’aiuto.

Si è abituati a pensare che con l’arrivo delle giornate autunnali siano finiti i bei momenti all’aperto facendo respirare ai bambini la pura aria di mare, ma ogni stagione ha le sue sorprese. Ovviamente con l’arrivo dell’autunno cominciano anche le giornate di pioggia, ma una mattinata uggiosa non significa per forza dover stare chiusi in casa. Vi state chiedendo quali sono le attività da fare quando il cielo è grigio?

OGNI ALIMENTO HA LA SUA STAGIONE: ECCO QUELLI AMICI DEL SISTEMA IMMUNITARIO

Prendersi cura del proprio bambino significa farlo sotto vari punti di vista, passando innanzitutto dall’alimentazione. In alcuni casi scegliere un cibo piuttosto che un altro può fare la differenza e quindi, essere consapevoli dei benefici degli stessi e garantire una dieta variegata e completa è fondamentale. Soprattutto in questo periodo dell’anno, dove i malanni sono dietro l’angolo, scegliere cibi che rafforzino le difese immunitarie può aiutare sicuramente aiutare. Vediamo insieme quali sono.

INSEGNARE AI BAMBINI A CONTROLLARE LA GELOSIA

Gestire le emozioni risulta un’attività complessa a tutte le età e se lo è per gli adulti non c’è da sorprendersi che lo sia ancor di più per i bambini. Una delle prime sensazioni che i più piccoli sperimentano è la gelosia. Quando giocano a casa con i fratelli o al parco con gli amichetti per le prime volte è sempre un po’ impegnativo per loro dover condividere i propri giochi e nascono quelle liti accompagnate da pianti e capricci che mettono sempre in difficoltà le mamme. Cosa si può fare allora?

IL PRIMO AMICO NON SI SCORDA MAI

Si dice che il primo amore non si scordi mai, ma ogni fascia di età ha una persona speciale e quindi si può dire lo stesso anche per il primo amico. Da quando nascono i bambini sono abituati a stare in famiglia o con altri coetanei che scelgono i genitori per amicizie già esistenti tra adulti, ma l’emozione del primo amico che ci si fa da soli è paragonabile ad una conquista.

LAVORARE A CASA IN SMART WORKING: I 5 CONSIGLI PER GESTIRE IL LAVORO E LE NECESSITÀ DEL TUO BAMBINO

Negli ultimi mesi le vite di tutti i genitori si sono radicalmente modificate e una parola magica si è fatta spazio nella nostra quotidianità: smart-working. La linea spaziale e temporale che prima divideva il lavoro dalla famiglia si è assottigliata fino a rendere la casa un luogo comune dove dobbiamo rispondere ad e-mail o al telefono al capo e al contempo placare litigi tra fratelli o capricci improvvisi. Come riuscire quindi a gestire tutto senza dimenticare nessun impegno o necessità e senza creare imprevisti? Noi siamo pronti con 5 consigli che rivoluzioneranno le vostre giornate

IMPARARE AD AMARE LA NATURA: COME TRASMETTERE AI BAMBINI IL RISPETTO DELL’AMBIENTE

Per un bambino i primi anni di vita sono quelli più importanti per lo sviluppo intellettuale, emozionale, relazionale e valoriale e quindi, se stimolato, fa propri gli insegnamenti e le abitudini trasmesse. Un tema di particolare rilevanza, soprattutto nell’ultimo periodo, per il quale è importante educarlo fin dai primissimi anni è quello dell’ambiente. Risulta quindi fondamentale capire con quali modalità e attività trasmettere in modo semplice e giocoso la sensibilità e il rispetto nei confronti della natura per amarla e non prevaricarla.

LA PRIMA GITA IN MONTAGNA: LE 3 COSE FONDAMENTALI DA CONSIDERARE PER ORGANIZZARE LA GIORNATA

Le stagioni estiva e autunnale che portano con sé le belle giornate da trascorrere all’aria aperta, sono il momento ideale per organizzare delle gite fuori porta. E quale posto più suggestivo della montagna? Aria fresca, tranquillità e panorami mozzafiato sono la cornice perfetta per una giornata in famiglia ma se per il vostro bambino è la prima volta è fondamentale capire quali posti visitare, cosa portare con sé e cosa lasciare a casa per non appesantire gli zaini. Ecco quindi un consiglio sulle 3 cose da considerare quando organizzate la prima giornata in montagna con il vostro bambino.

SOLE E BIMBI: CONSIGLI PER PROTEGGERLO

La stagione estiva include giornate all’aperto e al mare, dove i bambini sono esposti ai raggi solari che possono portare ad eritemi fastidiosi. In questi casi la cura della pelle con creme solari adatte, soprattutto da piccoli, è fondamentale e serve quindi conoscere l’argomento, prendere le giuste precauzioni e conoscere i rimedi nel caso la cute si arrossasse. Si consiglia comunque di fare sempre riferimento al proprio pediatra.

Post parto e l’arrivo a casa: come prepararsi al meglio.

Finalmente il grande giorno è arrivato e siete pronti a rientrare a casa col piccolino o con la piccolina! Ma cosa deve avere una casa pronta ad accogliere un neonato? E cosa preparare e acquistare per prepararsi alla nascita? Vediamo insieme quali sono gli acquisti più utili e necessari da fare negli ultimi mesi prima del grande arrivo!

La situazione attuale a misura di bambino: 10 consigli pratici.

Questa situazione così difficile per noi adulti ha ripercussioni anche sui nostri figli. Ecco quindi un decalogo per spiegare ai più piccoli cosa sta succedendo, con semplici consigli di prevenzione a misura di bambino!

Usi e costumi del ciuccio. Tutti i vantaggi e gli svantaggi.

Il ciuccio è da sempre un valido alleato sia per mamma e papà che per i più piccoli. Calma pianti da fame e ci aiuta con le innocenti ricerche d’attenzione, e a volte non possiamo proprio farne a meno. Quindi ecco a voi un piccolo viaggio intorno al mondo del ciuccio, per un uso più consapevole e corretto!

I migliori regali per una neomamma

Siete in dolce attesa e volete dare dei consigli sui regali per voi e per il piccolo in arrivo? Oppure volete fare un pensierino alla vostra amica che sta per diventare mamma ma non sapete proprio da dove cominciare? Ecco che entriamo in azione noi con qualche consiglio!

Il suo primo Natale: come prepararsi al meglio e non farsi prendere la mano!

Natale è il momento più magico dell’anno, ma da quando c’è vostro figlio lo è diventato ancora di più. Il desiderio di sommergerlo di attenzioni e regali è davvero forte, ma fate attenzione a non esagerare! Tutti i vostri insegnamenti sul non poter ottenere tutto ciò che si vuole rischiano di andare in frantumi in un attimo. Come rendere felici i vostri bimbi quindi senza farsi prendere troppo la mano?

Prima febbre, consigli per affrontarla al meglio

La comparsa di febbre nei bambini è spesso un evento traumatico per molti genitori quando si manifesta per la prima volta. Ma non fatevi prendere dal panico: è una cosa normale che capita a tutti i bimbi, basta solo farsi trovare preparati!

Abbiamo stilato alcuni utili consigli per voi per poter affrontare al meglio la situazione.

Come vestire adeguatamente i bambini in inverno?

Con queste temperature pungenti sorge spontanea una domanda a tutti i genitori: come devo vestire mio figlio?

Il dilemma è sempre lo stesso: lo vesto tanto in modo che stia sempre caldissimo, o cerco di non appesantirlo eccessivamente con tanti strati di maglioni e maglie? Il consiglio però è solo uno. La cosa migliore è sempre la regola della cipolla.

"Mamma mi annoio!" Come divertirsi in casa durante la brutta stagione

Cari mamme e papà, i vostri bimbi non vedevano l'ora di passare il pomeriggio al parco ma la pioggia e il freddo vi hanno costretti a restare in casa? Niente panico, ci sono moltissimi passatempi che potete fare per trascorrere una giornata all'insegna del divertimento anche al coperto! Se siete a corto di idee, ecco alcuni suggerimenti per giocare in compagnia dei vostri figli: non vi serviranno oggetti particolari, sarà sufficiente quello che avete tra le mura domestiche unito ad una buona dose di fantasia.

Educhiamo il gusto dei bambini a tavola

Ci risiamo, è arrivata l’ora di cena ma per l’ennesima volta vostro figlio inizia a fare i capricci: questa scena vi è familiare?

Bimbi timidi: come sconfiggere la “paura” degli estranei?

Quando incontrate degli amici durante una passeggiata il vostro bambino si nasconde dietro di voi? Nelle uscite insieme ad altri bimbi preferisce restare in disparte?

Storie di mamme: Halloween: dolci, costumi e altro a misura di under 5!

Halloween è la festa più spaventosa dell’anno, ma tra scorpacciate di dolcetti e simpatici travestimenti ha saputo conquistare il cuore di adulti e bambini. Ma fate attenzione, per i piccoli dai 2 ai 5 anni questa notte rischia di diventare fin troppo terrificante: ecco quindi alcune idee per passare una serata divertente senza troppi spaventi.

12 consigli per prevenire i malanni di stagione

Arriva l’autunno e con lui anche raffreddore, tosse, febbre e influenza. Ma come possiamo prevenire questi malanni stagionali nei bambini?

L’importanza della frutta nello svezzamento

Care mamme, se state per affrontare la fase dello svezzamento, sappiamo i problemi e i dubbi che vi attanagliano in questo periodo!

Oggi vogliamo proprio parlarvi di come introdurre nella dieta di vostro figlio un alimento fondamentale per il suo benessere: la frutta.

Come scegliere la sua prima attività sportiva

Vi ricordate quando avete iniziato la vostra prima attività sportiva? Lo sport agisce positivamente sul corpo e sulla mente e questo vale anche per i bambini, che possono iniziare a praticare attività fisica già dalla più tenera età.

Capricci mattutini: i 5 più comuni dei bambini

Care mamme, cari papà,

ma quanto belle erano quelle mattine in cui l’unico suono a svegliarci era il “BIP” della sveglia? E le uniche preoccupazioni erano se avevamo o meno altri 5 minuti per dormire prima di iniziare la nostra giornata lavorativa?

Ma ora non siete più in due e tutte le mattine dovete fare i conti con un grande ostacolo che sta trasformando i vostri risvegli in vere e proprie prove di coraggio: i capricci dei vostri figli.

Rientro in ufficio e distacco dai figli: no drama!

È arrivato il fatidico momento che spaventa molte mamme. Dopo mesi di idillio, emozioni e nuove sensazioni vissute insieme al proprio bimbo, si torna alla realtà affrontando, chi con più o meno serenità, il rientro in ufficio.

Estate e temporali: consigli su come affrontare le paure dei bambini!

Nel nostro immaginario la stagione estiva viene sempre associata alle giornate calde e solari, ma forse ci dimentichiamo che un’altra caratteristica climatica dell’estate sono i forti temporali.

Un fenomeno atmosferico accompagnato da fulmini, vento e precipitazioni, anche molto burrascose, pronte a cambiare da un momento all’altro il clima delle nostre giornate.

E puntualmente in famiglia, durante un temporale, è sempre la stessa storia: “Mamma ho tanta paura!”

SOS eritema solare

Andare al mare è un toccasana per i bimbi. Il sole preso nel modo giusto infatti aiuta a sintetizzare la vitamina D, stimola l’accrescimento, favorisce lo sviluppo del sistema immunitario cutaneo. Purtroppo però può accadere che dopo una giornata al mare ai bimbi compaiano macchioline rosse e pruriginose: l’eritema solare.

Vediamo come comportarsi!

In spiaggia che confusione: consigli per non perdersi di vista!

Avete in programma una vacanza al mare con i bambini? Oltre al relax e al divertimento, ricordatevi che le spiagge sono luoghi molto affollati e soprattutto dispersivi e potrebbero disorientare i bambini piccoli. Come fare quindi per evitare di perderli di vista?

La prima volta in campeggio

Dormire sotto le stelle, a contatto con la natura, un’esperienza un po’ wild che difficilmente annoierà i vostri bambini. Sì, stiamo parlando del campeggio, un tipo di vacanza che si può fare senza paura anche con bimbi molto piccoli.

Gelato e bimbi piccoli: come regolarsi?

Cono o coppetta? Frutta o creme? Quanti gusti? Il gelato è un piacere amato da grandi, ma soprattutto dai più piccini, che in estate lo chiedono insistentemente a tutte le ore del giorno. Ma da quando si può iniziare ad introdurre il gelato nella dieta dei più piccoli?

Non è mai troppo presto: come approcciare il vostro bimbo all’acqua!

Estate = bagno e tuffi! Un momento magico e super divertente per i bambini di tutte le età. In alcuni bimbi però potrebbe subentrare la paura dell’acqua e quindi il rifiuto a fare il bagnetto in mare o in piscina. Come evitarlo? Facendo familiarizzare il bimbo con l’acqua fin dalla più tenera età!

Questa estate la passiamo in città: che fare?

Questa estate niente montagna o mare, si resta in città. Vi state già mettendo le mani nei capelli pensando a cosa fare con i vostri bimbi senza annoiarli? Intanto mantenete la calma: non fatevi prendere dall'ansia di riempire full time le loro giornate.

Prima volta in aereo con i bambini: 5 consigli essenziali.

Viaggiare con i vostri figli è un ottimo modo per passare del tempo con loro svolgendo delle attività diverse dal solito. Portarli all’esplorazione di luoghi diversi dalla solita routine si dimostrerà essenziale per lo sviluppo della loro fantasia e curiosità.

Se è la prima volta per il vostro bambino in aereo, preparatevi: non sarà sicuramente una passeggiata, ma vivere quest’esperienza con loro poi potrebbe ripagare tutta la fatica fatta.

Viaggio lungo in auto con i bimbi? Ecco i nostri consigli!

“Mamma quando arriviamo?” Non siete neppure usciti dal centro cittadino che già il vostro bimbo si lamenta. Eh sì, perché viaggiare in auto con i bambini può essere davvero sfiancante. Come affrontare quindi un lungo viaggio in macchina con figli piccoli al seguito?

A scuola di danza…in fascia!

Che bello ballare, ancora più bello se potete farlo con un compagno davvero speciale: il vostro bambino! Se la danza è sempre stata la vostra passione e pensate che presto dovrete abbandonare la sala prove per dedicarvi a vostro figlio, allora non conoscete ancora la danza in fascia!

Consigli per togliere alcune fastidiose abitudini ai bimbi

Succhiarsi il pollice, portare sempre con sé una coperta, mangiarsi le unghie, mettersi le dita nel naso… tanti (se non tutti) i bambini cedono a questi tic e vizietti che possono essere fastidiosi e a volte anche poco eleganti.

Il primo dentino: ecco cosa fare.

Il primo dentino è solitamente un momento atteso con trepidazione da parte dei genitori che vedono la trasformazione del sorriso sdentato del proprio neonato in uno da bimbo più grande. Si tratta di un’esperienza di grande gioia, fatta di telefonate ad amici e parenti, di foto ricordo e di vivace euforia.

Conosci il baby trekking?

L’estate è alle porte, avete già pianificato qualche attività da fare in famiglia? Se amate la natura e le passeggiate rilassanti, allora il trekking è quello che fa per voi.

Matrimoni e bambini: un connubio impossibile?

Inizia il periodo dei matrimoni e quale incubo peggiore per un genitore (ma anche per una sposa) avere dei bambini che fanno capricci e piangono per tutta la durata della festa?!

“Mio figlio si è stancato delle pappe?”

Quanto tempo avete passato a parlare di svezzamento? Quanti forum o riviste specializzate avete consultato? E quante chiacchierate avete fatto con le mamme o con il pediatra?

Ormai vi sentite delle grandi esperte di pappe e di tecniche di avvicinamento tra la bocca di vostro figlio e il cucchiaino.

“Mamma, voglio quello!” Insegniamo l’autocontrollo ai bimbi

Ammettetelo: se avete un bimbo piccolo, ogni volta che andate a fare spese è una guerra infinita contro le “voglie” e i capricci.

Insegnare al bambino ad andare in bici: 4 consigli per i genitori.

Per ogni bambino imparare ad andare in bicicletta è un traguardo importante, c’è chi riuscirà a raggiungerlo prima e chi dopo. Una gioia per loro ma un’emozione soprattutto per voi genitori: osservarli in questa loro fase sarà bellissimo.

Perché è sbagliato dire ai bambini “non piangere!”

Mamme e papà oggi vi vogliamo attenti! Quante volte avete ripetuto a vostro figlio la seguente frase “Non piangere!”?! Credo almeno un milione di volte, o giù di lì!

Avreste mai pensato che una frase così semplice e diretta, fosse in realtà inefficace o addirittura sbagliata da pronunciare nei momenti più emotivamente instabili per il vostro bimbo?

Vi spieghiamo perché.

I libri crescono con lui: la biblioteca da 0 a 3 anni

I primi anni di vita sono fondamentali per lo sviluppo intellettivo, linguistico, emozionale e relazionale di ogni bambino. La lettura inserita nei primi anni di vita ha effetti molto positivi per lo sviluppo dei bambini e può essere anche uno strumento molto utile per migliorare il legame genitori – figli.

L’importanza di scegliere la taglia giusta per le sue scarpine.

I primi passi sono importanti, noi di Falcotto lo sappiamo bene! La scelta della taglia come del modello giusto per le scarpine del piccolo sono aspetti fondamentali per il suo corretto sviluppo. Quando un genitore si appresta a scegliere la calzatura per il proprio bambino (specialmente quando si tratta del primo paio), vi sono moltissimi aspetti da valutare.

I bambini ci guardano (e ci imitano!)

Da grande voglio diventare come la mamma e il papà: quante volte abbiamo sentito questa frase da parte dei più piccoli? I bambini, lo sappiamo, tendono ad imitare tutto quello che fanno gli adulti, a partire proprio dai genitori.

I primi disegni dei bambini

Cari genitori, guardare crescere i propri figli è di una gioia infinita. Una delle emozioni più grandi è osservarli mentre iniziano a fare i primi schizzi, o forse meglio definirli scarabocchi.

Sapere che è il loro modo di esprimere il proprio lato interiore, vi farà capire già da piccolini quali sono le cose che li emozionano di più.

Quindi preparatevi psicologicamente a dover riempire le pareti di casa come se fossero quelle di una galleria d’arte!

Scopri la collezione